Corso Formazione docenti

CORSO DI FORMAZIONE PER DOCENTI

Nell’ambito del progetto didattico Scarabeo Verde di ATA Rifiuti della Provincia di Ancona, sarà proposto per l’anno scolastico 2023-24 il corso di formazione rivolto ai docenti di tutti gli ordini scolastici “Diamo Valore alla Natura – dai cambiamenti climatici ai servizi ecosistemici con metodologie ispirate all’IBSE”: il corso ha già ottenuto il riconoscimento del Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) ai sensi della Direttiva n. 170 del 21 marzo 2016, art. 5 co. 3, ed è pertanto autorizzato al rilascio dei crediti formativi previsti e necessari per l’aggiornamento e la formazione continua
dei docenti di ruolo. Obiettivo del corso è avvicinare docenti e educatori al complesso tema del cambiamento climatico e al concetto di servizi ecosistemici, diventati negli ultimi anni un tema di punta quando si parla di gestione del territorio, di utilizzo delle risorse naturali, di economia ambientale. Il percorso si muoverà tra teoria e pratica, promuovendo l’utilizzo della metodologia basata sull’investigazione, che stimola la formulazione di domande e azioni per risolvere problemi e capire fenomeni. Grazie a questo approccio, ispirato al metodo IBSE, i docenti apprenderanno come impostare una lezione, un approfondimento o un’attività laboratoriale, facendo in modo che gli studenti si confrontino con l’oggetto di studio (fenomeno biologico, variabili climatiche, livelli d’inquinamento, strumenti di misura, ecc.), si pongano domande, formulando ipotesi e verificando attraverso esperimenti.

Il corso è strutturato in 4 webinar online, durante i quali i docenti potranno partecipare a momenti formativi condotti da esperti del settore e, successivamente, un incontro in presenza per approfondire le tematiche trattate con attività di rielaborazione operativa curate da educatori ambientali qualificati. Tra i relatori coinvolti saranno presenti: Luca Mercalli, climatologo e divulgatore scientifico. Il programma dettagliato dell’iniziativa sarà inviato ai docenti che hanno effettuato la pre-iscrizione al corso e che potranno decidere se partecipare ad alcuni appuntamenti o all’intero corso.

Il programma in dettaglio:
Martedì 19 marzo
Ore 15.30: webinar
La crisi climatica e ambientale: come affrontarla? Come ridurre i rischi?
Quali sono i rischi climatici che corriamo in un futuro molto vicino? Se l'Accordo di Parigi non sarà rispettato al più presto, ci aspetta un aumento termico globale fino a 5 gradi entro fine secolo, più ondate di calore africano, desertificazione e siccità, incendi boschivi, eventi estremi, alluvioni, tempeste più frequenti, e un aumento del livello del mare di oltre un metro. Perdite di produzione agricola, danni alle infrastrutture e alle persone e migrazioni epocali. E oltre al riscaldamento globale ci sono altri rischi ambientali importanti, come la perdita di biodiversità e l'inquinamento di acqua, aria e suoli. E' il nuovo periodo geologico recente chiamato Antropocene, nel quale le attività di otto miliardi di umani rischiano di rendere il nostro pianeta ostile alla vita delle generazioni più giovani. La possibilità di ridurre i danni esiste ancora, ma richiede uno sforzo rapido e imponente, il passaggio dalle energie fossili a quelle rinnovabili, una maggior efficienza nell'uso delle materie prime e nel riciclo dei rifiuti, nonché un ripensamento della crescita economica che non può essere considerata infinita in un mondo dalle dimensioni limitate.
A cura di Luca Mercalli, climatologo, Presidente Società Meteorologica italiana e giornalista scientifico
Ore 16.30: domande
Ore 17.00-18.30: utilizzo della metodologia basata sull’investigazione, che stimola la formulazione di domande e azioni per risolvere problemi e capire fenomeni. Un esempio pratico di attività.

Martedì 26 marzo
Ore 15.30: webinar
I poli: così lontani ma così vicini
Le zone polari sono area remote, con un clima estremo, che affascinano l'immaginario collettivo da secoli. Hanno un ruolo termo-regolatore nel clima del pianeta e l'equilibrio tra queste zone fredde e il resto del pianeta sta cambiando. Quali saranno le conseguenze sul clima del futuro? I dati del passato molto remoto e le osservazioni attuali, si permettono di capire perché è importante preservare l'equilibrio di queste zone fragili, minacciate sempre di più dai cambiamenti climatici.
A cura di Florence Colleoni Glaciologa e paleoclimatologa all’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica sperimentale (OGS) di Trieste.
Ore 16.30: domande
Ore 17.00-18.30: le fasi della metodologia didattica: le cinque E. Teoria e pratica

Martedì 9 aprile
Ore 15.30: webinar
I servizi ecosistemici all'interno dell'Area Marina Protetta di Miramare
Con il patrocinio di
Presentazione dei servizi ecosistemici che vengono tutelati all'interno dell'Area Marina Protetta di Miramare con illustrazione dei benefici che derivano dalla conservazione e protezione dell'ambiente marino. Verranno pure presentate le modalità di gestione di un'AMP con particolare riguardo alle attività educative e divulgative riferita a servizi ecosistemici e sostenibilità.
A cura di Maurizio Spoto, direttore Area Marina Protetta di Miramare (TS).
Ore 16.30: domande
Ore 17.00-18.30: le fasi della metodologia didattica: le cinque “E”. Teoria e pratica

Martedì 16 aprile
Ore 15.30: webinar
I regali dalla biodiversità
Quali sono i benefici che la natura fornisce all’uomo? Non solo cibo e materie prime ma anche altri servizi nascosti e insospettabili, senza i quali però non potremmo sopravvivere.
L’argomento sarà sviluppato con un percorso ragionato e con l’aiuto di attività di ragionamento e di discussione, attraverso le quali cercheremo di capire assieme quali fondamentali benefici noi esseri umani otteniamo dalla natura.
Questi benefici, soprannominati servizi ecosistemici, sono veri e propri regali dalla biodiversità di cui tutti noi abbiamo bisogno, anche se non ce ne rendiamo conto.
A cura di Marco Paparot, biologo e guida naturalistica
Ore 16.30: domande
Ore 17.00-18.30: la classe capovolta e la crescente disponibilità di risorse multimediali e di strumenti per la fruizione dei contenuti. Istruzioni per lavoro autonomo

Martedì 23 aprile, ore 15.30-18.30
Incontro in presenza presso sede operativa ATA Rifiuti, viale dell'Industria, 5 - 60035 Jesi (AN)
Condivisione dei lavori svolti; metodologie e strumenti per impostare lezioni e approfondimenti in classe.

E' possibile ancora iscriversi fino a venerdì 15 marzo al link:

https://docs.google.com/forms/d/1b0pQyWLANs8sYn7J8r4joIreuYUltc4i_YlT9Y1NSww/edit

programma corso in dettaglio

Scroll to top