Proposte per Scuola dell’Infanzia e I ciclo della Scuola Primaria

Gentili docenti,

quest’anno vista l’emergenza sanitaria in corso, ATA dà la possibilità alle scuole di scegliere di realizzare in DaD alcuni dei percorsi didattici presenti nel catalogo delle proposte di quest’anno scolastico.

Se volete approfondire gli strumenti e le metodologie selezionate per tali percorsi, cercate di seguito quello che vi interessa.

La segreteria è a disposizione per fissare incontri personalizzati con il personale docente tramite piattaforme come Meet o Zoom, per verificare la fattibilità tecnica e rispondere a ogni possibile quesito: per qualsiasi necessità chiamate il 347 1496519 o scrivete a educazione@atarifiuti.an.it

Buon lavoro!

 

Laboratori per la scuola dell’infanzia

Il viaggio dei nostri amici rifiuti- 1 incontro tramite video off line e materiali didattici

La proposta didattica prevede il coinvolgimento delle bambine e dei bambini attraverso la visione di un video, la storia ‘Il prato è mio”, sull’importanza del rispetto dell’ambiente: per creare nei bambini l’attesa del laboratorio, sarà inviata all’insegnante una lettera che dovrà essere letta ai bambini prima dell’attività. In questo modo viene stimolata la curiosità e l’interesse dei bambini che possono identificarsi con la storia rendendo più efficaci i messaggi legati alle buone pratiche e ai corretti comportamenti da adottare per preservare l’ambiente. La storia animata ha come protagonisti le mascotte del progetto, impegnate nel tenere puliti gli ambienti urbani della città e hanno il compito di insegnare ai bambini le azioni necessarie per effettuare la corretta raccolta differenziata dei materiali e il loro conferimento nei giusti contenitori. La storia non ha un finale predefinito, ma saranno le bambine e i bambini che decideranno il finale del racconto. Nella seconda parte del laboratorio, grazie a un tutorial, la sezione è chiamata a svolgere un laboratorio di riciclo creativo con semplici materiali di scarto.

Laboratori per il primo ciclo della Scuola Primaria

Impariamo la raccolta differenziata con il coding- 1 incontro in diretta della durata di 1h

Per lo svolgimento di questa attività è richiesto che la classe sia dotata di alcuni dispositivi, tipo tablet, per far condurre ai bambini l’azione a gruppi. L’incontro sarà condotto con mBlock, programma basato su un linguaggio a blocchi, dove gli studenti possono facilmente creare giochi, storie, animazioni e programmare robot trascinando e rilasciando blocchi. mBlock 5 è integrato con Google Classroom e ciò consente agli utenti di lavorare in modalità sincrona su Google Classroom senza alcuna difficoltà. I bambini, con l’aiuto dell’educatore e dell’insegnante, potranno così cimentarsi in varie prove e giochi di logica che proporranno ad esempio: l’analisi di una situazione iniziale (ad es. quali sono i possibili destini di un oggetto di scarto, quali sono le corrette scelte di raccolta differenziata dei rifiuti, ecc.), l’esplorazione delle possibili soluzioni al problema, la decisione di quale sia la soluzione più sostenibile, la programmazione del robot che sarà guidato fisicamente su di una griglia di movimento, l’analisi condivisa della soluzione scelta per verificare soluzioni alternative o migliori.

 Gli amici dell’organico - 1 incontro in diretta della durata di 1h

L’attività coinvolgerà la classe con una lettura in diretta dell’educatore che racconta una storia sul tema dell’organico tratta dal libro sul compost 'Enrica la lombrica': la lettura in diretta della storia permette di interagire con gli studenti ponendo domande e coinvolgendo attivamente i bambini. Successivamente l’educatore spiega alla classe come poter costruire un lombricaio: la classe avrà accesso a un tutorial in cui vengono spiegati i materiali richiesti e le semplici operazioni per la realizzazione. Il lombricaio sarà curato dagli alunni anche grazie alle indicazioni e alla scheda didattica presenti sul manuale didattico.

E poi, cosa succede? - 1 incontro in diretta della durata di 1h

Il laboratorio è basato sulla metodologia dello storytelling multimediale e prevede il coinvolgimento della classe attraverso una storia iniziale raccontata ai bambini con un video mediante un caratteristico teatrino Kamishibai: nel video l’educatore coinvolge gli alunni, i docenti ed eventuali familiari che aiutano i bambini nello svolgimento dell’attività, con informazioni relative alla tematica scelta, prendendo in esame alcune delle principali problematiche sull’argomento trattato e alcuni spunti per la loro soluzione. Nel video, all'educatore, protagonista del filmato, sono sovrapposte animazioni tipiche del fumetto come baloon, suoni onomatopeici, vignettature, per mettere in risalto i comportamenti negativi, enfatizzare le buone pratiche e avvicinare bambine e bambini al linguaggio delle graphic novel. La narrazione sarà però improvvisamente interrotta dalla frase “E poi…? Cosa succede?”. Ogni classe infatti può scaricare un book grafico contenente spunti per la personalizzare la propria storia, con esempi di buone pratiche quotidiane. Saranno quindi proprio i bambini che, in modo creativo, dovranno pensare e disegnare il finale della storia analizzando gli elementi di riflessione sul recupero ed il riciclo dei materiali che la trama ha suscitato.

 

 

 

Scroll to top